CONDIVIDI
Fabrizio Corona urla in aula contro i giudici: il Pm chiede 5 anni

Fabrizio Corona urla in aula contro i giudici: il Pm lo condanna a 5 anni. Fabrizio Corona ha nascosto il suo tesoro da 2,6 milioni di euro, che in parte deriva da reati fiscali «commessi in passato», sia in cassette di sicurezza in Austria che nel controsoffitto della collaboratrice Francesca Persi, «intestando fittiziamente quei contanti all’amica ventennale e fidatissima», per sottrarlo alle verifiche dei magistrati. Accertamenti terminati con il sequestro disposto nell’ottobre scorso dal Tribunale. Lo ha spiegato il pm Alessandra Dolci nella sua requisitoria, al termine della quale ha chiesto ai giudici di condannare Corona a una pena di 5 anni e al pagamento di una multa di 14mila euro. Nelle prime fasi dell’udienza Corona è apparso talmente nervoso e agitato da essere espulso dall’aula. «Vergogna, voglio giustizia», ha gridato quando l’accusa ha prodotto nuovi atti. Il presidente Guido Salvini lo aveva avvertito: “Corona questa è un’udienza importante per lei, stia tranquillo”. Lui, però, non si è smentito e ancora una volta ha perso il controllo.  Un’ora dopo essere stato allontanato dall’aula, Corona è stato fatto rientrare. A parlare per lui è stato l’avvocato Ivano Chiesa. “Si scusa, ha perso la pazienza. Purtroppo è il suo carattere e gli è già costato caro”, ha detto il legale.

Fabrizio Corona: nasconde il suo tesoro frutto di reati.

Recentemente era stato reso noto che in circa 9 mesi tra il novembre del 2015 e il luglio del 2016 Fabrizio Corona ha intascato per ospitate in locali sparsi per l’Italia ben “883 mila euro in nero” e ha inoltre incassato anche altri “compensi non fatturati” per 326mila. Il totale ammonta a ben 1 milione e 200mila euro, ovvero circa 130mila euro al mese.
A fare questi conti era stato il professore e commercialista, nonché consulente della difesa dello stesso Corona, Andrea Perini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui KNews.it su Facebook